Case Green. Le novità della Direttiva dell’Unione Europea a Dicembre 2023

🚀Ultimo aggiornamento Dicembre 2023


Eccoti le novità sulla Direttiva dell’UE sulle case green, emerse nell’ultima riunione di dicembre.

A ottobre 2023 il Trilogo aveva raggiunto un accordo importante, quello di eliminare gli obblighi di riqualificare gli immobili entro 2030 e 2033.


Eliminare gli obblighi significa che saranno i singoli Stati membri dell’Unione a stabilire un calendario di interventi che meglio si adatta al proprio punto di partenza.

Gli Stati si porranno obiettivi realistici e questa è la cosa più importante.

I “punti di partenza” italiani:

➡️ 74% delle abitazioni in classi energetiche inferiori alla D.

➡️ 34% in classe G, la più bassa.

La priorità dell’Unione è avere in ogni Stato membro il 15% degli edifici in classe G.

Il “nostro” 15% della classe G equivale a 1.8 milioni di edifici.

Pensa che in Italia, meno dell’8% delle abitazioni è stato costruito negli ultimi vent’anni.

CASE GREEN. Accordi raggiunti


➡️ Slitta di 5 anni il divieto di installare caldaie a gas (arrivando al 2040).

➡️ Le certificazioni energetiche non devono più essere armonizzate a livello europeo.

➡️ Non è più obbligatorio installare le colonnine di ricarica delle auto elettriche nei parcheggi degli edifici residenziali già esistenti.

➡️ Abolizione dell’obbligo di installare i pannelli solari sugli edifici residenziali. Tale obbligo è previsto solo per gli edifici pubblici e non residenziali di grandi dimensioni e con ampie eccezioni.

➡️ Adesione volontaria per i singoli Governi agliincentivi finanziari per i mutui “green”.



Gli interventi degli Stati si realizzeranno secondo un personale crono programma, fatto di step intermedi, che devono posizionarsi all’interno dei limiti dei macro-paletti UE.

Questi step intermedi sono:

➡️ la riduzione dei consumi del 16% entro il 2030, e del 22% entro il 2035,con il 55% delle riduzioni derivante da ristrutturazione di edifici con prestazioni peggiori.

➡️Sempre entro il 2030, tutte le nuove costruzioni residenziali dovranno essere costruite a emissioni zero.

➡️ I nuovi edifici pubblici, invece, dovranno essere costruiti a emissioni zero entro il 2028.

➡️ Fatte salvi gli edifici che sono già stati esonerati (li trovi in questo articolo), entro il 2050, tutto il patrimonio edilizio esistente dovrà raggiungere lo standard zero-emissioni.

E con questi obiettivi per combattere la crisi climatica che sta portando a sempre più preoccupanti innalzamenti della temperatura media globale, ti saluto e ti invito a continuare a venirmi a farmi visita in questo BLOG, per restare aggiornato, aggiornata, sugli sviluppi della Direttiva CASE GREEN. 😊

Per conoscere l’elenco degli immobili già esonerati dalla Direttiva, ti consiglio la lettura di un altro articolo che trovi in questo BLOG. Sempre qui trovi un po’ di numeri sullo stato di vetustà del patrimonio edilizio italiano.

🏘️​🏘️​🏘️​🏘️​🏘️​🏘️​🏘️​🏘️​🏘️​🏘️​🏘️​


Ci vediamo al prossimo articolo!


Se hai voglia di restare ancora un po’ nella mia “casa digitale”, in questo BLOG puoi trovare diversi articoli che ti possono essere utili.

🔝 🔝 Si può rogitare senza certificato di agibilità? E se la casa è stata edificata prima del 1967? Ne parlo in maniera super approfondita qui!
Agibilità. Obbligo o facoltà quando si vende casa?
🔝 🔝 Vuoi sapere come andrà il mercato immobiliare nel 2024?

🔝 Quando vendi casa sempre meglio farsi fare dal tecnico una Relazione di Regolarità Edilizia, R.R.E. Ecco perché
RRE

🏡  🏡  🏡  🏡 

➡️ Devi vendere la tua casa?

➡️ Hai disponibilità economiche, vuoi investire nel mattone e ti serve un professionista che sappia consigliarti?

➡️ Cerchi un’abitazione?


Contattami per una consulenza senza impegno.

Sarò felice di mostrarti il mio metodo di lavoro.


☎️ 0321 866400.


La mia agenzia si chiama LiFE e si trova a Galliate. Abbiamo una sede anche a Milano, in Corso XXII Marzo n. 19, all’interno degli uffici di HRD Business & Corporate Training di Roberto Re.


Ti piace LinkedIn?

Chiedimi il collegamento!😊

No Comments Yet.